Ogni più battaglia

Regia Alice Padovani, Federica Rocchi

Partigiano Paolo Pederzini

Coro Monica Manca, Carolina Migli Bateson, Cecilia Serradimigni

Voci della memoria Mirella Botti, Augusta Silvestri, Cherubina Silvestri

Prologo Alice Padovani, Federica Rocchi

Drammaturgia liberamente ispirata a testi di Bertolt Brecht, Beppe Fenoglio, Elfriede Jelinek, Luigi Pareyson, Jannis Ritsos, Jean-Paul Sartre, Giacomo Ulivi

Suoni Marco Canali

 

Fratello, non sei stanco? 

T'è germogliata la pallottola nel cuore

cinque giaggioli spuntano all’ascella della roccia,

respiro per respiro la fragranza narra la fola – non ricordi?

Morso per morso la ferita ti narra l’esistenza,

la camomilla germogliata fra le caccole dell’alluce

ti narra la beltà del mondo.

                                                                    (Jannis Ritsos)

 

Tentiamo il racconto di una vicenda che contiene in sé gli elementi del proprio giudicarsi: non esercizio propriamente storico, dunque, ma innanzi tutto politico.

Consapevolmente erigiamo la metafora della Resistenza a misura di un atto etico, simbolo di una vita in cui ciò che è umano e ciò che è inumano sono estensioni via via date agli uomini stessi alle loro decisioni individuali o collettive.

Volgiamo gli occhi a quello che l’evento simbolico della Resistenza può narrarci ancora: la vicenda di uomini che decidono liberamente di non sottrarsi alla gravità dell’arbitrio cui la Storia li sottopone.

Gridiamo a gran voce che il dissenso è ancora attuale, e che non vanno ascoltate le voci di chi ci sussurra: non preoccupatevene.

Il teatro è già atto di Resistenza: nelle sue immagini, nelle sue parole è già scelta di attrito, concettualità attualizzata, resa presente, viva e significante.

Pretesa di essere partecipi, esplorazione di umane potenzialità, dove il gesto è sempre presa in carico di responsabilità, dove la comoda etichetta di situazione inumana, con le parole di Sartre, deve sempre essere rifiutata.

 

Direction Alice Padovani, Federica Rocchi

PartisanPaolo Pederzini

ChoirMonica Manca, Carolina Migli Bateson, Cecilia Serradimigni

Voices of memoryMirella Botti, Augusta Silvestri, Cherubina Silvestri

PrologueAlice Padovani, Federica Rocchi

Dramaturgyinspired by Bertolt Brecht, Beppe Fenoglio, Elfriede Jelinek, Luigi Pareyson, Jannis Ritsos, Jean-Paul Sartre, Giacomo Ulivi

SoundsMarco Canali

 
We turn our eyesto what thesymbolic eventof the Resistancecantell usagain:the storyof men whofreely decidenot toescape thegravityof arbitrarinesswhich historysubjects them.
We shoutloudlythat dissentis still relevant,andthat should not beheardthe voices of thosewhispers:do not worry.
The theater isalreadyan act ofresistance:in his images,in hischoiceofwordsisalreadyfriction,conceptualactualized,made present,aliveand significan

 


Next projects and current exhibitions:

Al2O1 - Ceramica. La liquidità del materiale

Gate 26 A Gallery - via Carteria, Modena

18 maggio > 9 giugno 2019

ARTEmisia - L'arte contemporanea incontra le erbe aromatiche

Aromatvm - via Negrelli 15 - Modena

Sabato 15 giugno 2019 dalle ore 17:00 alle 23:00

Light & Fragmented

Memories of personal and social identity

Collective Exhibition:

 

Le Dame Art Gallery - London

June 20 – September 6, 2019

Fai un giro in villa - mostra collettiva

Giornate FAI

PALAZZO MALMIGNATI - Lendinara (Rovigo)

Sabato 22 e domenica 23 Giugno

M@D

luglio - agosto 2019

Monza

Privacy Policy